Un po’ di storia


L’Associazione Sportiva Dilettantistica JUDOKAY GEMONA è il sodalizio che rappresenta oggi il risultato della naturale evoluzione della precedente formazione judoistica costituita a Gemona negli anni ’70.
Erano i primi anni di quel decennio quando Gemona vede la nascita del “Juodokay Università di Tenri – Gemona del Friuli” che, sotto la guida tecnica del maestro Pierluigi Comino e organizzativa di Francesco Cargnelutti, inizia la diffusione del judo nel Gemonese.

Inizialmente l’attività viene svolta presso la sede della Pro Glemona, all’epoca in un edificio in via C. Caneva, per poi spostarsi nella palestra ricavata nell’ex officina dell’istituto professionale, sempre in via Caneva. Successivamente l’attività trova spazio nella palestra del collegio dei Padri Stimmatini, e quindi, fino al 1976, nella sala della “Casa del Pellegrino”, adiacente alla chiesa di S. Antonio.
Nel 1976 l’evento tragico del terremoto non ferma l’attività del gruppo, tanto che l’anno successivo il Judokay ottiene un titolo italiano con Alberto Stefanel, allora tesserato con il club gemonese e allenato a Gemona dal maestro Comino.

Sono gli anni della ricostruzione post terremoto e l’attività prosegue, sempre sotto la direzione tecnica del maestro Comino. Questo periodo vede la collaborazione con il Judo Club Venzone e suoi responsabili Dario e Enzo Copetti. Non è facile trovare locali adeguati a disposizione, perciò a Venzone si pratica in un prefabbricato in legno mentre a Gemona l’attività trova spazio in locali messi a disposizione dal comune o da varie associazioni di borgata. Si passa quindi nel corso degli anni dall’ex asilo di Godo, alla palestra della ricostruita scuola ”Baldissera”  ai locali del Circolo ACLI di Campagnola.
Ed è a partire dal 1994 che il Judokay (fino allora affiliato Libertas) cambia nome e, affiliandosi all’ACLI e adottandone lo statuto, diventa US ACLI JUDOKAY GEMONA, con un’instancabile attività organizzativa portata avanti dal presidente Giancarlo Londero.

Il locale presso il circolo ACLI risulta però ben presto insufficiente ad ospitare i nuovi iscritti, così per alcuni anni l’attività trova sede stabile presso la Comunità degli Stimmatini, in una sala ad esclusiva disposizione del judo, utilizzabile in qualunque giornata, senza bisogno di riaccatastare il tatami dopo ogni lezione. Peculiarità questa che permetterà di programmare i corsi con maggiore elasticità.
Numerosi e importanti impegni nazionali e internazionali non consentono però al maestro Comino di seguire costantemente come in passato il gruppo gemonese, perciò ci si affida alla sua preziosissima collaborazione quando possibile e l’attività va avanti comunque con la collaborazione di altri tecnici, in particolar modo con Alessandro Serafini ed Enzo Copetti.
Una nuova fase di stabilità si apre nel 1997 quando il maestro Walter Argentin, 5°dan, scommette sulle potenzialità del JUDOKAY GEMONA e ne assume la direzione tecnica. Da allora il sodalizio ha conosciuto una costante crescita in termini di numero di praticanti e qualità judoistica. Particolare attenzione viene riservata al settore giovanile e oggi, dopo anni di assenza dal settore agonistico, gli atleti dell’ ASD Judokay Gemona partecipano ai vari circuiti FIJLKAM con piazzamenti di tutto rispetto.